menu

Corriere del Veneto – La piattaforma di Digital Magics per le startup innovative a Nordest «Qui c’è un patrimonio di talenti»

Versione PDF [SCARICA]

Corriere del Veneto – 14 Luglio 2016

 

La piattaforma di Digital Magics per le startup innovative a Nordest «Qui c’è un patrimonio di talenti»

di Marco De’ Francesco

PADOVA L’incubatore per eccellenza sbarca nel Triveneto. Esattamente, nella sede patavina del Talent Garden, campus di co-working per professionisti del digitale. L’idea è quella di fornire e sviluppare business di settore, affiancandosi ai fondatori delle startup e fornendo servizi di accelerazione. In modo da far sì che nuove idee imbocchino la strada del successo. «E poiché andiamo a cercare i progetti lì dove nascono – ha chiarito ieri il fondatore Alberto Fioravanti, all’inaugurazione della sede padovana – eccoci qui. Si tratta non solo di selezionare le startup, ma anche di stringere rapporti con il territorio». E cioè, con le istituzioni, con l’industria e con le categorie. «Ci siamo resi conto – ha affermato
Gabriele Ronchini, Ad di Digital Magics per il portfolio sviluppo – che dobbiamo essere più “presenti”. Con le nostre sedi vogliamo coprire oltre il 70% del mercato delle startup in Italia. La prossima sarà a Bari, per Puglia e Basilicata». A luglio 2013 Digital Magics si è quotata all’Aim Italia – mercato alternativo del capitale dedicato alle PMI italiane ad alto potenziale di crescita, organizzato e gestito da Borsa Italiana. E il Triveneto è un territorio  ad alto tasso di innovazione: conta 791 startup innovative (191 in Trentino Alto Adige, 146 in Friuli Venezia Giulia e 454 in Veneto) e 24 Pmi innovative (una in Trentino, 12 in Friuli e 11 in Veneto). Il Veneto in particolare è la quarta regione d’Italia per numero di startup innovative: rappresenta il 7,6% del totale nazionale. In questa classifica, tra le prime dieci province italiane, quattro appartengono al Triveneto. Secondo programma, gli obiettivi a Nordest sono: creare network locali di investitori che vogliano investire in neoimprese digitali; lanciare ogni anno startup innovative; organizzare eventi, iniziative e incontri di business che possano coinvolgere tutti gli operatori della filiera dell’innovazione del territorio. Secondo Gianni Potti, partner di Digital Magics Triveneto, «è in corso una politica di alleanze con altriincubatori del territorio». Secondo il rettore dell’università di Padova, Rosario Rizzuto, intervenuto all’apertura, «questo mondo e il nostro Ateneo hanno in comune tre principi: creatività, coraggio e ingegno. Le imprese hanno bisogno dell’università, sede dell’innovazione; ma è anche vero che progetti di successo costituiscono un grande stimolo per il mondo accademico e per gli studenti».

Versione PDF [SCARICA]